Menu

Cosa facciamo noi

Manutenzione

08 luglio 2014

Il Consorzio di Bonifica dà il via a 226 interventi sul reticolo idraulico in provincia di Macerata e Ancona.

Investiti oltre 541.000 euro, anche su aree demaniali. E presto un altro milione per il resto della Regione

Avviati lavori di bonifica del reticolo idraulico in provincia di Macerata. Dopo anni di incuria, il Consorzio di Bonifica delle Marche ha dato il via a 226 interventi per un importo complessivo di 541.418 euro. Una parte di questi coinvolge anche la provincia di Ancona, che vedrà investiti in questa prima fase 74.801 euro.  

I lavori riguardano in gran parte il reticolo idrografico minore (con 152 interventi) su cui da tempo c’è urgenza di intervenire anche per aumentare la sicurezza e la stabilità dei terreni in caso di grandi precipitazioni. Ma il Consorzio di Bonifica dà un segnale forte anche per quanto riguarda la manutenzione della acque pubbliche. Sono 74 infatti gli interventi che coinvolgono aree demaniali (supplendo così alle difficoltà del Genio civile).

“Dopo anni di incuria e di contrasti per far comprendere l'importanza nel nostro territorio della bonifica - afferma il commissario straordinario del Consorzio, Claudio Netti - siamo nel pieno della fase operativa. Ormai ci occupiamo anche di acque pubbliche, e con questi ultimi 226 interventi siamo arrivati ad averne eseguiti oltre 600. Ma non è finita qui: altri 400 sono pronti per essere avviati, il tutto per oltre 1 milione di euro, che andranno a migliorare la situazione del reticolo idraulico minore nel territorio pesarese, ascolano, fermano ed anconetano. Il via sarà dato dopo l'approvazione del Piano di riparto regionale (Piano della contribuenza)”.

Tornando ai lavori nel maceratese già avvitati (di cui ben 7 su aree demaniali con importi superiori a 15.000 euro), gli interventi  di maggiore importanza coinvolgono il Fosso Rotacupa (Comune di Macerata) per 11.407 euro; il Fosso Pilocco ( area demaniale nel Comune di Potenza Picena) per 18.251 euro; il Fosso Stregaro (area demaniale nel Comune di Civitanova Marche) per 13.084 euro; il Fosso Colfiorito  (Comune di Serravalle del Chienti) per 10.628 euro; il Fosso Morresi  (area demaniale nel Comune di Recanati) per 12.875 euro; e infine il Fosso Vaccaro (Comune di Castelfidardo) per 8.784 euro.

Il Consorzio di Bonifica dà il via a 226 interventi sul reticolo idraulico in provincia di Macerata e Ancona.
Lista allegati:


Foto gallery:

Tutti gli articoli in: "Manutenzione":

Fosso di Rio Canale

04 aprile 2014

Fosso di Rio Canale

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità statistiche. Se vuoi saperne di più consulta la privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Non mostrare più ×