Menu

Cosa facciamo noi

Manutenzione

11 agosto 2015

Dissesto idrogeologico: in arrivo semplificazioni e rapidità di intervento sui corsi d'acqua minori anche a Macerata

Siglato protocollo d'intesa tra Consorzio di Bonifica, Provincia di Macerata e Corpo Forestale dello Stato

Lotta al dissesto idrogeologico: anche la Provincia di Macerata  spinge sull’acceleratore. Da oggi saranno più semplici e rapidi gli interventi di difesa idraulica per sistemare i corsi d’acqua minori e avere dunque un territorio meno fragile. Dopo la Provincia di Pesaro Urbino, ieri anche Macerata ha siglato l’innovativo accordo con il Consorzio di Bonifica delle Marche e il Corpo Forestale dello Stato. Al summit erano presenti il presidente della Provincia di Macerata Antonio Pettinari, il comandante del Corpo Forestale Giuseppe Bordoni e il presidente del Consorzio di Bonifica Claudio Netti.
“Il dissesto idrogeologico è una vera emergenza anche nelle Marche – ha sottolineato Netti -. Le alluvioni colpiscono con sempre maggiore frequenza e intensità, e uno dei problemi principali è la mancata manutenzione dei corsi d’acqua minori, che provoca allagamenti, colate di fango e frane, con ingenti danni a opere e persone.  Grazie alla convenzione siglata a Macerata, ci saranno meno carte e più lavori, ma anche più controlli, ma di quelli che si fanno mettendosi gli stivali ai piedi ed andando sul posto, e non astratti chiusi in ufficio.  Sii accelerano i tempi di intervento sul reticolo idrografico, definendo una procedura autorizzativa semplificata per eseguire i lavori”.
In concreto, una volta individuati i corsi d’acqua minori su cui intervenire, la Provincia (a cui compete la gestione del demanio idrico) autorizzerà i lavori mediante un provvedimento omnicomprensivo di tutte le autorizzazioni di sua competenza. Tale provvedimento avrà durata annuale e varrà per l’intero territorio provinciale. Il Consorzio di Bonifica delle Marche, in qualità di Consorzio Idraulico e riferimento per i proprietari dei terreni, eseguirà gli interventi di manutenzione dei corsi d’acqua minori previsti dalla convenzione. Al Corpo Forestale dello Stato invece, competeranno il controllo e la vigilanza sui lavori, nonché il monitoraggio dei corsi d’acqua e la segnalazione delle criticità idrauliche nel reticolo idrografico provinciale. La convenzione prevede anche il coinvolgimento di Agronomi e Forestali (professionisti esperti nelle sistemazioni idraulico-forestali, chiamati dal Consorzio di Bonifica come tecnici) e soprattutto delle Aziende agricole di presidio (che eseguiranno materialmente i lavori).
“La convenzione è un atto concreto verso la prevenzione del rischio idrogeologico – ha chiosato il presidente della Provincia Pettinari – versante sul quale oggi più che mai è necessario impegnarsi, per evitare il ripetersi di calamità che non hanno purtroppo risparmiato il nostro territorio”.

Dissesto idrogeologico: in arrivo semplificazioni e rapidità di intervento sui corsi d'acqua minori  anche a Macerata
Lista allegati:


Foto gallery:

Tutti gli articoli in: "Manutenzione":

Fosso di Rio Canale

04 aprile 2014

Fosso di Rio Canale

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità statistiche. Se vuoi saperne di più consulta la privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Non mostrare più ×